I WORKSHOP A CUI ABBIAMO PARTECIPATO

Spada, Scudo e Brocchiere con R. Warzecha – DIMICATOR (Arsago Seprio 2015 - 2016)

Partecipazione al workshop di spada scudo e brocchiere con R. Warzecha – DIMICATOR organizzato ad Arsago Seprio negli anni 2016 e 2017 dall'associazione Viking Italy

Spada, Scudo e Brocchiero con R.Warzecha DIMICATOR (Napoli 2015)

- Prima sala d’arme in e per l’Italia ad aver organizzato un workshop con l’istruttore Roland Warzecha DIMICATOR  a Napoli nel 2015

Spada lunga con Guy Windosr

studia il combattimento storico italiano e il combattimento cavalleresco dai tardi anni '90, inoltre insegna l’Arte delle Armi dal 2001.

I suoi libri includono The Swordsman’s Companion, The Duellist’s Companion,Veni Vadi Vici, e la serie Mastering the Art of Arms.

Azza d'Arme secondo il Gioco dell'Azza con Loïs Forster

sta lavorando ad un phd instoria medievale, dedicato ai cavalieri e agli uomini d'arme della Borgogna della fine del medioevo. 

Forster non è soltanto uno studioso, è anche un combattente, un cavaliere e ungiostratore. 

Nel 2005 ha fondato il gruppo francese HEMA "Ad Honores" che presiede da allora. 

Più desideroso di imparare che di insegnare per anni, è onorato di tenere il suo primo seminario in un evento HEMA ad Armizare.

Combattimento in arme secondo il Gladiatoria con Mauro Carapacchi

inizia ad avvicinarsi alla Scherma Storica nel 2002, fondando il gruppo Mos Ferri, dopo aver praticato sport come pattinaggio, nuoto e tiro con l'arco olimpico.

Dalla fondazione del gruppo, assieme agli altri associati, si è concentrato principalmente nell'applicazione delle tecniche del trattato di Fiore de' Liberi, il tutto nell'ottica della scherma da spettacolo. 

Dal 2009, acquisendo la direzione del gruppo, inizia uno studio più approfondito del "Fior di Battaglia", cercando di coniugare le esigenze della pratica marziale e dello spettacolo

Nel 2012 decide di dedicarsi in maniera approfondita allo studio del combattimento in armatura partendo dal Maestro friulano e approdando poi al "Gladiatoria Fechtbuch". 

Inizia così un lavoro teorico-pratico e di traduzione del Gladiatoria in italiano, che sfocia nella sua pubblicazione gratuita on-line a giugno 2014. 

Ad oggi Carapacchi prosegue nello studio delle varie sezioni del "Ms. Germ Quarto 16" (lancia, spada, daga, lotta a terra) e si dedica all'interpretazione del "Bloßfechten" dal Goliath Fechtbuch

Feder secondo J.Mayer con Roger Norling

membro del Gothenburg Historical Fencing dal 2008 e conduce una lezione settimanale su di Joachim Meyer Halben Stangen sulla base di ricerche effettuate a partire dal 2009. 
Grazie ai suoi contributi alla comunità HEMA è stato approvato come membro della Historical European Martial Arts Coalition nel 2011. 
E 'stato anche invitato come membro del del Meyer Freifechter Guild nel 2013.
Responsabile del sito Hroarr.com, , che fornisce le risorse su manuali, club e attrezzature, nonché articoli e recensioni relativi a HEMA.

Spada e Lancia secondo il Flos Duellatorum con Nicola Gasparet

inizia la sua formazione con il maestro Massimo Malipiero, di cui è stato allievo dal 2000 al 2009. 

Nel 2009 acquisisce il grado di Magistro Scholare Medievale presso l’Accademia Nazionale di Scherma di Napoli (ente riconosciuto dalla Federazione Italiana Scherma). Dal 2009 al 2010 frequenta anche il corso di fioretto presso l'A.S.D. "Scherma San Quirino", tenuto dal maestro Marco Martin.

Nel 2010 fonda l'associazione "Regia Turris" ed istituisce il primo corso: "Scherma Storica Pordenone".

In questi anni inizia a partecipare con i propri allievi ad eventi HEMA in Italia e all'estero, entrando in contatto con altre scuole e praticanti.

Nel 2013 ottiene il grado di Istruttore di I° livello di scherma olimpica e Istruttore Nazionale di Scherma Storica del periodo Medievale. 
Sempre nel 2013 è co-fondatore di Hema Italia – Coordinamento Arti Marziali Storiche Europee.

A maggio 2014, invitato dalla Società Friulana di Archeologia, tiene a Udine la conferenza "Fior Furlan de Civida
d'Ostria", incentrata sulla figura di Fiore Dei Liberi.

Ha presentato seminari sulla Scherma in armatura di Fiore dei Liberi ad Armizare sia nel 2014 che nel 2015. 


Attualmente Gasparet prosegue con passione la sua attività di istruttore dedicandosi ai propri allievi, allo studio dei codici, con uno sguardo attento all'evoluzione e alla divulgazione di questa disciplina.

Daga e Spada e Brocchiero con Raniero Mariotti

è allievo di Giovanni Sacrati, studia i codici antichi da quasi 6 anni con l’associazione Nova Aetas, di cui è presidente. 

A dicembre 2014 crea Ars Monomachia.

Daga e pugnale con Il prof. e m° Antonio G. G. Merendoni

è il più noto studioso ed esperto del maneggio delle armi bianche ed altri metodi di combattimento schermistici italiani, in particolare dall’Ottocento ai primi quarant’anni del Novecento. Sulla storia e la tecnica della scherma, del duello e del combattimento individuale militare, dal Trecento alla metà del Novecento, promuove o interviene in convegni e conferenze, organizza mostre, autore di libri e audiovisivi, collabora a diversi periodici italiani o esteri. E’ stato tra i responsabili della rivista “Machia” e direttore della rivista “Scrima“, ambedue si occupavano di tradizioni marziali d’occidente.

Feder con Andrea Conti

intraprende la pratica e lo studio della Scherma Storica, nel 2006 con la Sala romana della FISAS (poi divenuta Accademia Romana d'Armi) con Andrea Lupo Sinclair e sotto la guida di Francesco Lodà, concentrandosi principalmente su Spada a due Mani del '400 e Striscia di fine '500 e '600.
Nel 2009 cambia percorso di studi passando alla Sala d'Arme Achille Marozzo, praticando e studiando il metodo bolognese del '500 legato alle figure storiche dei Maestri Marozzo, Manciolino e secondo il manoscritto comunemente chiamato "Anonimo Bolognese". In questo periodo ha potuto praticare: Spada sola, Spada e Rotella, Spada e Pugnale, Partigianotto e Rotella, Armi in Asta, Spadoncino, e Pugnale solo.

Ha sperimentato anche le discipline: Wing-Tsun, Kali Esgrima [Sinawali] e Ju-Jitsu. 

Dal 2011 inizia a studiare e praticare in modo del tutto autonomo la scherma storica in uso nel Sacro Romano Impero, anche detta più semplicemente "Kunst des Fechtens". Inizialmente, il campo principale di studio è stato sulla Spada Lunga, o Spada a due mani tedesca, di Döbringer, von Danzig insieme al MS.2020 Goliath, Ringeck, Kal, Talhoffer, Falkner insieme alle influenze provenienti dal messer di Lecküchner, Paurñfeyndt ed infine Meyer. 

al 2013 Andrea Conti è Head Instructor della Scuola d'Arme Fiore dei Liberi dove tiene un regolare corso sul metodo di combattere come esposto da Joachim Meyer. Il corso al momento è incentrato sull'uso di Langschwert, Daga e Dusack.

Ideatore sin dagli albori, oltre che fondatore di Hema Italia, attualmente Andrea Conti svolge anche il ruolo dicoordinatore europeo per la Meyer Freifechter Guild nonché organizzatore e promotore dell'evento Armizare.

1 / 2

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now